“Guerra e malattia sembrano essere la condizione in cui si muove l’umanità”. Céline letto da Vittorio Sgarbi. Un’intervista
“Sta accadendo che ha vinto la paura, il panico ha contagiato il Paese”. Vittorio Sgarbi dialoga con Andrea Di Consoli
“Al primo parlar che si fece di peste, fu uno de’ più risoluti a negarla…”. Vittorio Sgarbi, ovvero: Don Ferrante all’epoca del Coronavirus
Cagnacci esposto in osteria! Per tutti è una figata (compreso uno Sgarbi felliniano), per me è una boiata pazzesca. In ogni caso, sul geniale pittore ha scritto tutto Alberto Arbasino
L’importante è che se ne parli. Discorso sulla regola aurea della comunicazione, da Vittorio Sgarbi a “Brandina” che assume una commessa di 80 anni
Xi Jinping ha vinto il Premio intitolato a Cesare Pavese. Imbarazzo a corte. Anche la letteratura italiana s’inchina – con grottesca giustificazione – al cospetto del Presidente Cinese
“Se mi vogliono prendere come modello, facciano pure. A me importa poco”: intervista a Eduard Limonov, lo scrittore radicale che ama Pasolini
“Tonino Guerra rifiuta tutti i limiti, è il grande aedo moderno, un caso unico”: dialogo con Luca Cesari, che ha curato l’opera ‘monstre’ del poeta dell’ottimismo
La storia del Falsario del Guercino che ha riempito di ‘sole’ le collezioni di mezzo mondo, dagli Uffizi a Honolulu. Ce la racconta chi lo ha incastrato: Giulio Zavatta
“Lo stato dell’arte contemporanea è pessimo perché le istituzioni non promuovono i veri artisti”: dialogo con Alberto Dambruoso, il critico d’arte ‘defenestrato’ dai Bocs Art Cosenza. Troppo bravo?