“Il tempo dell’Altro è passato”. Benvenuti nel regno degli Uguali, degli omologati
“Chi ignaro ascolta la voce delle Sirene…”. L’acustica del desiderio in Omero e Kafka
La nudità e la morte. La storia di Susanna e del ricatto ordito dai “vecchioni”
Lo scandalo della nudità. “Ora narra pure di avermi vista senza veli: se lo potrai…”.
Contro la scuola-mamma, buona&giusta per decreto di Stato. Ovvero: Ideologia e Mitologia della scuola all’epoca del virus
Il sacro contagio. La mascherina dovrebbe proteggerci dal “castigo”, i bollettini medici, sciorinati con periodicità liturgica, sono diventati il nuovo vangelo, il Presidente del Consiglio è più audace di Lutero
Il Giudizio Universale al tempo del virus. Siamo bambini che hanno paura di morire: la nuova epidemia virale non preannuncia la fine del mondo ma la crescente incapacità dell’uomo di porvi rimedio
Bataille e l’ossessione per il buco del c**o: una filosofia erotica (ed eretica) senza risposte
Epopea del tatuaggio: da voce incisa sulla carne a moda ingorda di chi “vuole dire la sua”
Femminicidio: sarà pure una brutta parola (in fondo, non è mai piaciuta a nessuno), ma racconta le asimmetrie del possesso e le forme degenerate dell’amore
Considerazioni intorno alla parola “Femminicidio”. Da quando esiste, ogni uomo è un potenziale maniaco e tra maschi e femmine è in atto una guerra colossale, biblica. Tutta propaganda
Carica altro