skip to Main Content

Sia onore, ora, a Bibi Andersson: con lei è morto definitivamente il cinema di Ingmar Bergman (un tempo, l’abbecedario del buon europeo)

15 Aprile 2019

Un segno di immancabile nitidezza. Dieci anni fa un ictus le toglie la voce. Nella mia mente romanzesca è Ingmar Bergman, morto nel 2007, che le ruba i verbi, le parole, l’ugola. In sua assenza, lei, Bibi, non può parlare.…

Back To Top
Cerca