Nuovo Vocabolario del Virus: “Rilancio”. Nessun decreto può “rilanciarmi”, preferisco risorgere da me. Con il trattato sulla “Costante pratica del giusto mezzo” e David Lynch che guarda fuori dalla finestra
Nuovo Vocabolario del Virus: “Fase”. Viviamo in un immane esperimento scientifico: e i ratti siamo noi! In alchimia la “Fase 2” è raffigurata dalla Luna e dall’Unicorno e io per rincuorarmi leggo Schopenhauer
Nuovo Vocabolario del Virus: “Immunità”. Vogliamo essere tutti immuni, cioè immortali, forse vampiri (e di certo, non pagare le tasse). Stato-antidoto; discriminazione dei vecchi; Borges & Dostoevskij
Nuovo Vocabolario del Virus: “tampone”, “libertà”. Cerchiamo di tamponare l’imprevisto, ma il libro adatto a questi tempi è “Ore d’ozio”
Nuovo Vocabolario del Virus: “Vecchio”. Accatastati nei ricoveri, i vecchi muoiono. Mi sono legato ai polsi un versetto del Levitico per prendermi cura dei miei nonni. In ogni caso, leggete Gian Ruggero Manzoni, è meglio di Seneca!
Nuovo Vocabolario del Virus: “Ripartenza”. Che senso ha usare un gergo calcistico se non si è mai letto Brera (né Simone Weil)? Più che ripartire, accontentiamoci di partire, di andare da qualche parte
Nuovo Vocabolario del Virus: “corpo”. Il corpo è diventato “corpo del reato”. Sottraendoci i defunti ci hanno rubato la vita. Dietro le mascherine, le creature, effettivamente, intrigano
Nuovo Vocabolario del Virus: “Regola”. In tempi di regolamenti, è bene leggere le regole dei grandi ordini. Gita tra uomini in rivolta e ribelli con Camus e Jünger. In casa come in un atlante celeste