La pubblicità con le celebrità (o sfruttando le malizie degli influencer) non funziona più. Meglio tappezzare gli autobus di Montecarlo con un orologio che costa 810mila euro!
“Anche la nostra è bellezza e vogliamo combattere la discriminazione che ti fa sentire inadeguata per le tue imperfezioni”: Laura Brioschi e Benedetta De Luca discutono di Body Positive con Matteo Fais
“Dio, patria e famiglia proteggono l’uomo. Senza quei principi è il caos”: dialogo con Marcello Veneziani
Stai diventando la Chiara Ferragni della cultura italiana… Magari! Un anno di “Pangea”, ovvero: rispondere all’orrore con la meraviglia, vincere il mercato con il canto (il programma politico ce lo facciamo dettare da Artaud)
Oscar Wilde è l’antidoto ai noiosi romanzieri di oggi e Doran Gray è l’influencer che vorrei… Dialogo con Vincenzo Latronico, che ha rifatto il viso al “Ritratto”
“Vorrei diventare un’icona mondiale, un esempio per gli altri”: Matteo Fais dialoga con Claudia Mareddu, instagramer, aspirante influencer, insomma, la nuova Chiara Ferragni
“Nessuna controinformazione, io so cose che voi italiani…”: Matteo Fais dialoga con Franco Marino, osservatore politico ai tempi di Facebook, su vaccini, fake news, Trump, femminismo, Saviano, Salvini, Leopardi…
“Gli scemi sono la maggioranza. In fondo, li invidio”: Francesco Consiglio dialoga con Massimiliano Parente, lo sterminatore di cretini
Matteo Fais dialoga con Mauro Aresu, influencer. Nel tempo libero legge libri di fonologia latina: è lui il vero antidoto alla Ferragni
“Scusate se non sono abbastanza social, ma non voglio essere la Chiara Ferragni della grafica”: dialogo con Gabriele Villani, il creatore di Coma Empirico
Contro la ‘petalosa’ (e pietosa) libertà dei social. Domandina fatale: è più libero un monaco recluso nella cella e scandito da Dio o un influencer vampirizzato dai like?
Carica altro