Indimenticabile bastardo. 40 anni da “Toro scatenato”
“Gli inni alla grande e terribile dea Inanna sono affascinanti…”. Margaret Atwood, una poetica (o quasi)
“Leggete di tutto. Vedete tutto. Un poeta non distoglie mai lo sguardo”. Werner Herzog, il regista che è diventato leggenda. “Sa, in un film ho ipnotizzato tutti i miei attori…”
“Più che altro, sono un pagliaccio. Di classe”. Intervista a John Malkovich. Parla di: quando era grasso, quando Madoff gli ha fregato tutti i soldi; quando si è innamorato di Michel Pfeiffer…
Stanley, il babbo di Boris Johnson, ha previsto la pandemia in un romanzo del 1982. Non proprio un capolavoro… (L’amore si fa sempre su un letto a baldacchino in ottone comprato a Parigi)
Un film che non vedrò mai più: “Top Gun”. Kelly McGillis davanti a quella bolla ghignante di puro ego è semplicemente ridicola
Stiamo vivendo in un quadro di Edward Hopper: è lui l’artista dell’era del Coronavirus? (Ma io preferisco la solitudine di Antonello e di Caspar David Friedrich)
“Avrei dovuto girare Il Signore degli Anelli, ho Excalibur sotto al tavolo”. Dialogo con John Boorman, il regista che è diventato eremita
“I libri di fantascienza sono solo un cono gelato”. William Gibson, quello di “Neuromante”, esce con un nuovo romanzo. Intervista
Nel lato oscuro di Peter Pan. I manoscritti di J. M. Barrie e una lettera da Antartide
Albert Camus assassinato dal KGB. Tra Londra e New York tutti parlano del libro di Giovanni Catelli. Già che ci siamo, cominciamo a tradurre le lettere del grande scrittore
Carica altro