“Inavvertitamente ho incontrato l’amore”. Veronica Tomassini: un’intensità senza pari
“La vita ci fa trovare il nostro posto in piedi, scomodo per tutti”. Il romanzo nero di Franz Krauspenhaar, in una Milano livida e oscura, che pare estratta da “Blade Runner”
“Il musicista indipendente è uno ganzo, lo scrittore che si autopubblica è uno sfigato”. Francesco Consiglio dialoga di musica con Franz Krauspenhaar (ovvero: Nerolux)
“Che cos’è il tuo amore?”. Da uno scambio tra Elisabetta Fadini e Franz Krauspenhaar, un dialogo lirico a più voci sull’indicibile
Volgare, dispotico, incapace di amare: il fascino cinico di Napoleone secondo Ferrazzi (lo esalta Krauspenhaar)
“Credo che serva amare per creare meglio”: Franz Krauspenhaar dialoga con Elisabetta Fadini, un supereroe della cultura
“Era un poeta maledetto senza età, un animale unico, troppo originale per questo paese di vermi”: Franz Krauspenhaar ricorda Andrea G. Pinketts, il suo migliore amico (forse)
“Mi spiace per te, ma sei il nuovo Moravia”: scazzottata verbale tra Davide Brullo e Matteo Fais
L’editoriale di Franz Krauspenhaar: “Io non sono Scanzi, ma fate attenzione, gente, perché il suicidio ce lo abbiamo dentro tutti”
“Stiamo diventando una società cannibale e questo è un governo dello champagnino”: l’editoriale di Franz Krauspenhaar
“Bel Paese? Bisogna avere orgoglio per il nostro sfacelo: questo è un posto finito, senza speranza e con troppa gente”. L’editoriale di Franz Krauspenhaar
Carica altro