“Ma quelli, è certo, sono bambini morti”. Virginia Woolf dialoga con Marguerite Duras
“Mi interessa il genere umano e la sua imperfezione”: Oliviero Toscani, un sovversivo
Elliott Erwitt “Family”. Solo chi (come lui) ha avuto quattro mogli può raccontare la famiglia!
Elogio di Amelia Van Buren, la donna che diventò un enigma
Marco Pesaresi, il fotografo che fu incendio. A vent’anni dalla morte
Super Tina! 100 anni fa la Modotti esordisce (al cinema). Bella, audace, determinata: da allora comincia la sua rivoluzione
“Mi sono lavata lo sporco dei campi di concentramento nella vasca da bagno di Hitler, a Monaco”. Donne esagerate, fotografie straordinarie. Recensione sentimentale a una mostra superba (rimandata, per il momento)
In superficie. La fotografia dell’assurdo e del ridicolo, la collusione, l’allusione, l’attimo irripetibile. “Sorridere” di Michele Smargiassi
“Nessuno sapeva niente dei posti in cui dovevo andare; sembrava fossero per sempre scomparsi dalla testa della gente e dalle cartine stradali”. Geografia dello smarrimento in Gianni Celati e Luigi Ghirri
“Facebook è oscurantista, a questo punto chiudiamo la Cappella Sistina, c’è troppo sesso”. Dialogo con Rosangela Betti, dalla mostra più esplicita dell’anno
“Essere artista vuol dire tornare bambina, donarsi ai desideri serpeggianti, alle questioni irrisolte…”: Beatrice Orsini dialoga con Matteo Fais
Carica altro