Sbuca l’ennesima amante di Hemingway. Storia di Leopoldina, la prostituta cubana che ispirò gli ultimi anni del caro, vecchio Ernest. Ovvero: vizi e virtù dell’eccesso biografico
“Ti amerò sempre e non posso farci niente”. Adriana Ivancich, la ragazza che fece impazzire Hemingway
“Che” Guevara scrive a Fidel (“Abbiamo fatto troppi errori…”), al figlio (“Quando sconfiggeremo l’imperialismo faremo una vacanza sulla luna”), agli amici. A Cuba pubblicano le lettere del guerrigliero (che voleva diventare filosofo)
Quando Graham Greene flirtava con Fidel Castro e faceva lo scalpo a Kipling, “il ragazzo straordinario che venne dall’India per appiccare l’incendio al mondo letterario”. Un inedito del nostro scrittore all’Avana
Quando l’FBI spiava gli scrittori. Sotto accusa: Hemingway, Truman Capote, Ray Bradbury, Norman Mailer…
La diaspora venezuelana viaggia su Facebook: tra foto di gattini e preparativi per un colpo di Stato guidato da Trump (o da Bolsonaro). Un reportage nelle trame del digitale
Ligia Lewis è una pantera nera bellissima, “Pan” convince (nonostante il caldo), ma lasciate stare i teen, vi prego. Recensioni eretiche dal Festival di Santarcangelo
“Il Venezuela è morto come entità, è uno zombie collettivo. Nella terra del ri-eletto Maduro: un disastro da cui tutti vogliono scappare, dove (non) si campa con 20 euro al mese e la rabbia è un frastuono di pentole”. Il commento di Manuela Tortora
Suicidio Venezuela. Indagine dall’ex Paese più ricco del Sudamerica. Oggi vincono violenza e corruzione. E il popolo fa la fine della rana bollita
Vita da milionario a Miami. E il barbiere cubano fa a fette il regime di Fidel Castro