Ecco perché dobbiamo ricominciare a leggere quel porco di John Updike. Per David Foster Wallace era il “Magnifico Narcisista”

Che fesso che sono. Ancora non ho imparato che il titolo di un articolo potrebbe dire il vero: prendete ad esempio questo pezzo del supplemento
Pangea on Letteratura / 19, Lug / 0

“Pure la morte, De Crescenzo, non può certo averla presa sul serio”: omaggio tonante a un intellettuale autentico, sopportato da troppi con malcelato fastidio

Già me lo vedo che, dall’alto, legge i coccodrilli scritti ormai da tempo immemore. Chi gli attribuisce non so quante copie vendute in vita, chi
Pangea on Cultura generale / 19, Lug / 0

Sia ode a Barbara Comyns (e all’editore che la pubblica): donna, bella, indipendente, scrittrice di romanzi gotici che piacevano a Graham Greene e anticipano Stephen King

“So che questo non sarà mai un vero libro e che gli industrialotti non se lo porteranno con loro per il viaggio in treno. Vorrei
Pangea on Libri / 18, Lug / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

Ecco perché dobbiamo ricominciare a leggere quel porco di John Updike. Per David Foster Wallace era il “Magnifico Narcisista”
“Pure la morte, De Crescenzo, non può certo averla presa sul serio”: omaggio tonante a un intellettuale autentico, sopportato da troppi con malcelato fastidio
“Il Suo dovere è diventare un uomo, una personalità e un carattere, nient’altro”: le lettere di Hermann Hesse ai lettori
Sia ode a Barbara Comyns (e all’editore che la pubblica): donna, bella, indipendente, scrittrice di romanzi gotici che piacevano a Graham Greene e anticipano Stephen King
Bruce Lee, il ritorno. Abbiamo spiato “Warrior”, la serie tratta dai quaderni dell’attore e artista marziale. Avete mai visto la proprietaria di un bordello impugnare una katana?
“Tutte le mamme di Milano ieri hanno pianto”. Luglio 1947: 44 bambini muoiono in mare, ad Albenga. Gianni Rodari scrive il suo primo, straziante articolo per “l’Unità”. Eccolo
“Senza di te al mio fianco la bellezza che c’è nei miei – nei nostri – libri, non ci sarebbe stata…”. Le lettere di Eugenio Corti a Vanda. Ovvero: dell’amore si ama anche la crisi, la delusione, l’errare
“E sentirai la luce scivolarti sulle cornee”: Alina viene dalla Transilvania, la sua bellezza vampirizza, le regaliamo Nina Cassian
“Primo principio: Non siamo mai così felici come nell’esaltazione”. È ora di riscoprire Maurice Barrès. A 130 anni dalla pubblicazione di “Un homme libre”, un brano inedito in Italia
Le 7 virtù dell’immortale Andrea Camilleri. Fu l’Omero della sinistra in fiamme, è invecchiato in simpatia, ha tratto Montalbano – parole sue – dal profilo di un “fervente fascista”. Se volete la Sicilia, però, leggete altro
“Non ha senso paragonare la nostra democrazia a quella di Atene. Platone ci aiuta a capire qual è l’azione fondamentale della vita”: Davide Susanetti ha tradotto per Feltrinelli l’Apologia di Socrate e il Critone. Lo abbiamo intervistato
Il racconto perfetto, l’amore inaccettabile: su “Anna, soror…” di Marguerite Yourcenar
Oggi è il giorno del “Giovane Holden”! Ma io, in direzione contraria, vi racconto chi è stato James Agee, uno scrittore più bravo di Salinger
“Dicendo il mal di tutti, il vero espressi”. Riscopriamo Antonio Ghislanzoni: ha scritto il primo romanzo fantascientifico italiano, si scagliò contro l’usura prima di Pound, ha avuto una vita “bizzarra”, è morto oggi
“Un ago che entra nella carne ed esce subito, senza il tempo di capire da dove proviene il dolore, quanto a fondo davvero è andato il metallo”. Claudia Durastanti, “La straniera”: impressioni di lettura
“Ma è ipocrita, superficiale e immorale legare l’amore alla legge”. Karen Blixen e il pamphlet incendiario contro il matrimonio
“Viviamo una vita morta. Soffochiamo il nostro io”. Hugo von Hofmannsthal: a 90 anni dalla morte, un testo esemplare
Demetrio Paolin è uno dei pochissimi scrittori italiani viventi di cui non mi perdo un libro. Una antologia per capirci
Era come Hemingway e amava 007. Riscopriamo Bartolo Cattafi, il poeta più sottovalutato del Novecento (e tra i più grandi)
“Grato, come un folle legato a un letto d’ospedale, che puro sogna di fuggire, alla ricerca del fantasma di Vittorio Sereni e della sua gioia assassina”: il romanzo di Giorgio Anelli, “Mirabilia Dei”
Nabokov giocava a tennis, Carmelo Bene cercava “l’Emozione nell’Atto” e Martin Amis la granitica bellezza della Sabatini, “abbronzata allucinazione di fluidità e giovinezza”. Su tennis e letteratura
“Qual è la funzione dell’ANPI, oggi? Andare in giro per le librerie a giudicare quali libri possano essere letti?”: Stelio Fergola, nuova vittima di questa democraticissima epoca, dialoga con Matteo Fais
“Scrivevo poesie concise e sanguinose”: Primo Levi compie 100 anni. Leggiamo i suoi versi. Grandi quando scocca l’anatema e balugina il dramma (“E tutti noi seme umano viviamo e moriamo per nulla”)
Epopea del tatuaggio: da voce incisa sulla carne a moda ingorda di chi “vuole dire la sua”
Perché la parte feroce dell’uomo ci incuriosisce sempre, bisogna ammetterlo. Discorso su “Il giardino delle mosche”, il romanzo che ci fa mangiare il Male
“Le mie opere? Le ho dimenticate…”. Melville ne fa 200. Elogio di un poeta baleniere che si trasformò in un personaggio di Kafka
Minori su YouTube che senza fare nulla fanno milioni di visualizzazioni: li mandiamo in gita nei boschi senza cellulare e con Conrad nella giacca? Sarebbe inutile. In anteprima, il documentario sul fenomeno “Marghe e Giulia”
Quando Ivan Lendl finì in un film di Eric Rohmer. Da Hitchcock a Woody Allen, filmografia tennistica (ma il giocatore più estroso resta Ernests Gulbis)
Santarcangelo Festival 2019: dalle “sirene” alla “bombastica” Pamela Anderson, passando per una performance sulle badanti ucraine. Oggi il teatro attraversa una cupa crisi di idee…
Amo maledettamente Oliver Stone, strafatto di sesso e di droga, ego strabordante, scrittore geniale, un uomo che ha le palle di sbagliare
“Obbediente nella violenza su me stessa”. La lettera di Marina Cvetaeva su cui potremmo fondare una religione
“Felice l’uomo che ha un preservativo in tasca…”: la letteratura moderna nasce raccontando la malattia sessuale (e i “lumi” illuminano cosa c’è sotto le mutande)
< >