Cesare Viviani ci avvisa che la poesia è finita. Forse è finita per lui. In realtà, la poesia è viva, vivissima, basta leggerla. La reazione di Alessandro Moscè

Se era una provocazione è riuscita decisamente male. Se era un’intenzione seriosa il risultato indica sfasature e approssimazioni non comprensibili per un poeta di primo
Pangea on news / 19, Giu / 0

Lettera a una ragazza violentata: “Alla fine ti sei pentita di avermelo detto. No, non ce la farò mai a capirti! Ti attribuivi anche delle colpe…”

Alla fine ti sei pentita di avermelo detto. Te la sei presa con me, neanche fossi io lo stupratore. Mi hai detto che non ne
Pangea on news / 19, Giu / 0

Voi avete la natura dell’albero o la screziata avventatezza dei rapaci? Per Dio il paradosso è legge

La domenica parlano – con sperabile ispirazione – i preti. Il lunedì, da incosciente, metto il cranio dentro la liturgia domenicale. Screziando, da dis-graziato, i
Pangea on Cultura generale / 18, Giu / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Ci mancava l’ennesima, patetica orazione di fra’ Roberto Saviano. Lo scrittore feconda il futuro, è contro tutti e costruisce Roma sulle betulle
Cesare Viviani ci avvisa che la poesia è finita. Forse è finita per lui. In realtà, la poesia è viva, vivissima, basta leggerla. La reazione di Alessandro Moscè
Lettera a una ragazza violentata: “Alla fine ti sei pentita di avermelo detto. No, non ce la farò mai a capirti! Ti attribuivi anche delle colpe…”
“Gli intellettuali sparivano. Ma noi, durante il regime militare, abbiamo continuato a scrivere”
Ode a Fabrizio Corona il bullo rivestito di patetico, icona dell’Era della Frustrazione. Ma io sogno una tigre sul sofà in prima serata
Voi avete la natura dell’albero o la screziata avventatezza dei rapaci? Per Dio il paradosso è legge
Fitzgerald è diventato pop: quella volta che Gatsby prese a pugni un tassista a Roma… Matteo Fais dialoga con Antonio Merola su “F. Scott Fitzgerald e l’Italia”
Disabituati alla vertigine: 5 libri “banditi” per reagire all’idiozia editoriale odierna
“Vorrei essere ricordato per questo: sono un uomo di parola”. Gianluca Barbera dialoga con Massimo Maugeri, l’ideatore di “Letteratitudine”
“Per me la preghiera è una necessità irrealizzabile; invidio la vita del pellegrino russo”: una lettera inedita di Emil Cioran
“Rasata o non rasata, questo è il problema”, ovvero quando la tua vita sessuale si fa amletica
Lo chiamavano “combat rock” e loro erano quattro ragazzacci gallesi con i capelli stracolmi di lacca ed energia in esubero: l’epopea (e l’epoca) degli Alarm
“Allora sarai un membro accettato e rispettabile della loro comunità”: riflessioni intorno ad Andrea Soldi, morto durante il tentativo di un trattamento sanitario obbligatorio
“Per fortuna c’è qualcuno che si ribella alla morale”: dialogo con Carlo Rovelli (che spiega la gravità quantistica a un bambino)
Voi occupatevi dei vivi, io mi curo dei morti: la Trenton abbandona 12 corpi in mare. L’indifferenza verso l’indifeso e il defunto è il segno che non siamo più umani
16 giugno è il “Bloomsday”, il Giorno dei Giorni della letteratura moderna! Massimo Bacigalupo: “L’Ulisse è un’opera inesauribile, che in troppi hanno letto poco e male”
“Scrivere è sollevare un microscopio e accudire un bambino”: dialogo con Tracy Ryan, la Sylvia Plath australiana
Il Viagra è una idiozia pericolosa, il ca**o è sopravvalutato e la fica è un abisso marino maleodorante: l’abbecedario erotico di Massimo Fini
I banditi a teatro, ovvero: 7 testi teatrali per salvarci dall’Apocalisse dei comici e dalla finale di “Amici”. Da Genet al brigatista
Premio Strega 2018: a me sembra il 1818, sono tutti vecchi, pacifici, moribondi. Se non c’è niente da premiare tra i vivi, perché non premiamo i libri del passato? “Kaputt”, per dire…
Gli uomini si stanno trasformando in pezzi di legno senza cuore: “Regina Madre” al Napoli Teatro Festival. Tra Pinocchio e Beckett
“Il teatro non è mai consolatorio, è politico”: dialogo con Stefano Massini, che ha scritto il grande romanzo sul ‘caso Moro’
Grazie Luciana! Ci lascia la mamma di Ilaria Alpi. Nel 2014 ha dato una lezione memorabile ai giornalisti da caviale&champagne
“Caso Aquarius”: la certezza dell’ignoranza mista a banalità e insulti. Lezioncina di geopolitica in due mosse griffata Mengoli (con Forchielli a fare da guru)
L’editoriale di Franz Krauspenhaar: “Io non sono Scanzi, ma fate attenzione, gente, perché il suicidio ce lo abbiamo dentro tutti”
“Mi piacerebbe scrivere di albe e tramonti, ma non sono ebete e nemmeno felice”: Andrea Italiano, il poeta “realista” che scrive pochissimo
“Volevo qualcosa di inaudito, di disturbante”: dialogo con Andrea Ponso, che ha tradotto il Cantico dei Cantici come un “cane rabbioso”
Vogliono tramutare Emily Dickinson nella Madonna delle femministe. Ecco perché leggere una poesia al giorno del “mito” vi cambierà occhi, lingua, cervello
Sulle ferite, solo la caustica testimonianza del sale: la poesia di Nicole de Guttry
“La poesia è una sorella incestuosa e pratico il darwinismo della fantasia”: dialogo con Tiziano Scarpa
Matteo Salvini indossa il burqa dell’ovvio. Ovvero: il genio retorico del neo-Ministro spiegato in tre mosse
L’isola del tesoro ora è l’isola della “nientità”: discorso intorno a “Procida” di Franco Cordelli
< >