40 anni di Lamù: l’extraterrestre che ha incantato una generazione

Sei nato negli anni Settanta se ti ricordi la vittoria dell’Italia ai mondiali di calcio spagnoli del 1982, se il nome di Alfredino caduto nel
Pangea on Costume / 25, Gen / 0

“La testa gli giaceva aperta come una bara dalla quale strisciavano animaletti primordiali”. Alfred Kolleritsch, un outsider

Riordino alcuni volumi della mia esigua biblioteca: scorgo, incastonato tra un Duden e Orkus: Reise zu den Toten di Gerhard Roth, Die Grüne Seite di
Pangea on Letteratura / 25, Gen / 0

“Il poeta ha la pelle della pantera addosso, o il ruggito della tigre dentro, e sa che ogni parola lasciata al caso, persa, riguarderà la sua caduta”

La poesia, si sa, è una zingara. Va dove vuole. Assomiglia all’acqua. E se io non ne scrivo più da un bel po’ di tempo,
Pangea on news / 24, Gen / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

Giù la maschera! Un racconto profetico di Hawthorne
40 anni di Lamù: l’extraterrestre che ha incantato una generazione
“La testa gli giaceva aperta come una bara dalla quale strisciavano animaletti primordiali”. Alfred Kolleritsch, un outsider
“Una materia terribile e magnifica che mi fa un po’ paura”
“Il poeta ha la pelle della pantera addosso, o il ruggito della tigre dentro, e sa che ogni parola lasciata al caso, persa, riguarderà la sua caduta”
“Manicomio! Manicomio!”. A 100 anni dai “Sei personaggi”: la rivoluzione a teatro
“Le leggi ingiuste esistono: saremo felici di obbedirvi?”. Thoreau in Parlamento
“Devi leggere Melville…”, “…ma preferisco Poe”. Il carteggio tra Carl Schmitt e Ernst Jünger
Benedetta violenza. Riflessioni intorno a un romanzo di Manuel de Pedrolo
Una poetessa per Biden, un poeta per il Papa
Carlo Michelstaedter, artista. La persuasione e la pittura di un ragazzo geniale
“La Lupa è medioevale… e la cultura spesso è solo potere”. Manuela Diliberto dialoga con Anna Maria Carruba
“Sono niente, cosa posso dire?”. Giobbe, Dostoevskij, Leopardi etc.
Con Che Guevara a Cuba e sull’Himalaya insieme ai Beatles: gli articoli di Furio Colombo, un antidoto all’orrore dello “storytelling”
“La morte è una sfida”. La Signora Dalloway e la pandemia
Soutine, il ribelle che fece di una carcassa la propria musa
Boris Zaborov, un pittore contro il regime
“Un poeta in esilio è un vulcano, giacché si è immensi quando si splende e cade”
Melville conservatore? Lasciate stare la Balena Bianca della letteratura (e leggetevi “Il venditore di parafulmini”)
“I tarocchi sono un simbolo, la benzina della psiche”. Dialogo con Velio Degola
La cultura non serve a nulla. Giorgio Colli vs. Elio Vittorini
Tra la Malesia e il West: Sergio Leone, il vero erede di Emilio Salgari
“Balbettare e balbettare”. Giorgio Agamben su Hölderlin
Scomodo & arcano. Yukio Mishima, una lancinante lacerazione
“Per quanto tempo è per sempre?”. Elogio di Lewis Carroll e di “Alice”, il libro più bello di tutti
“Nessuna bomba può frantumare uno spirito di cristallo”. Le poesie di George Orwell
Dall’incantesimo all’incubo: “Berlin”, il fumetto storico più sofisticato di sempre (dice “Time”)
“A Palermo mi hanno dato del comunista, a Torino del fascista… ci mancava pure che mi dicessero juventino!”. Manuela Diliberto dialoga con Gian Carlo Caselli
“Sembra la Versailles del dolore”. Viaggio negli inferi del Salpêtrière
Beata Beatrix: il Dante di Dante Gabriel Rossetti
“Sul duro crepitio del corpo”. Flavio Santi, poeta
“Essere l’altra faccia di Dino Campana. Perché lo Stato dice che li aiuta, i poverini. Lo Stato mente. Fa retorica e demagogia”
< >