Contro il culturalismo sfrenato dei palinsesti tivù, torniamo alla cultura. E riempiamo le scuole di poeti

L’impressione è che nella convulsa epoca della comunicazione in eccesso, dove ogni sapere è soppiantato da un linguaggio tracimato e planetario, si confondano i termini
Pangea on news / 24, Feb / 0

Cronache dalla fine. “Sul ring ero una macchina da guerra, mi chiamavano Flash Gordon: guarda che figurino, sai che invidia il giorno del funerale…”

Mezz’ora in anticipo. Su Via Giovanni Porzio (zona Trullo, Roma) nemmeno un passante. Trovo subito la palazzina. Per discrezione decido però di non citofonare e
Pangea on news / 24, Feb / 0

Ode a Dino Zoff, il simbolo dell’Uno, eterno, indistruttibile, paradigma di Dio e dell’immortalità sportiva (con appendice sui portieri goleador)

Sono cresciuto con l’idea che il numero 1 fosse comune a tutti portieri. Quand’ero ragazzo, i vari Castellini, Albertosi, Pulici, Bordon, Superchi, avevano tutti un
Pangea on Cultura generale / 23, Feb / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Contro il culturalismo sfrenato dei palinsesti tivù, torniamo alla cultura. E riempiamo le scuole di poeti
Cronache dalla fine. “Sul ring ero una macchina da guerra, mi chiamavano Flash Gordon: guarda che figurino, sai che invidia il giorno del funerale…”
Intervista a Oscar Hahn, il poeta bandito dal regime di Pinochet. A Raymond Carver disse che non avrebbe fatto carriera…
Ode a Dino Zoff, il simbolo dell’Uno, eterno, indistruttibile, paradigma di Dio e dell’immortalità sportiva (con appendice sui portieri goleador)
“L’infinito” di Leopardi compie 200 anni. Il suo erede è Cardarelli; ma l’uomo che si è gettato dalla siepe è Caproni. Due poesie (con commento) in memoria
Massone, antisemita, ‘guru’ dei Presidenti Usa (e di Winston Churchill): il poema ‘proibito’ di Rudyard Kipling
Il padre di tutti i romanzi “fantastici”. Riflessioni piranesiane intorno al “Castello di Otranto” di Horace Walpole
Emanuele Ricucci: “Stanno castrando il pensiero critico”. Il manifesto contro l’arte imbecille
Non faccio il poeta, ho troppe bocche da sfamare. Ma voglio riscrivere la Divina Commedia: Davide Bregola ci parla di un’antologia di poesie particolare, spettacolare
Elogio di Carolus Cergoly: compie 110 anni il futurista asburgico che ha scritto libri indimenticabili. Ma nessuno lo ripubblica
Se vi pagano un articolo 6 euro è colpa dei licei al Parioli, con “studenti provenienti da famiglie benestanti” che fanno fatica a convivere con i figli dei portieri
Gian Ruggero Manzoni dixit. I social? “Un cazzeggio mantrico votato a venerare il dio del niente”. Il poeta? “Che si ammanti di martirio”
“Negli Stati Uniti neo-Marxisti il clima sociale è diventato irrespirabile”: Guido Mina di Sospiro (da Washington) svela il tema del suo prossimo libro, “Terrorism & Rock’n’Roll”
“Il suo ano era stretto e grinzoso”: elogio della letteratura masturbatoria, dal sensuale Guido Gozzano alla tre grazie del romanzo italiano, Melissa, Isabella, Veronica
Contro la ‘petalosa’ (e pietosa) libertà dei social. Domandina fatale: è più libero un monaco recluso nella cella e scandito da Dio o un influencer vampirizzato dai like?
Tra “teologi da festival”, “poeti tracotanti” e “augusti filosofi verbigeranti”, l’ultima, sepolcrale, raccolta poetica di Enrico Testa
Eco due anni dopo, ovvero: l’eco inconsistente del nulla. Quando ‘Umbertone’ si scagliava contro il sistema scolastico e paragonava Fellini a Proust
“Tutti giù per terra” fa 25 anni. Torna il primo romanzo italiano sul ‘precario’ influenzato da Scorsese e voluto (o quasi) da Tondelli. Intervista a Culicchia
Clamorosa scoperta: io non sono Davide Brullo ma ‘Davide Bruscia’, ovvero, “un puledro”
‘Casa’ è ciò che custodisce i nostri sogni più intimi: può essere una stanza o il carrello di un barbone. Dialogo con l’architetto Mariani
Care donne, voi siete l’unica cosa buona che possa capitare a un povero cristo come me. Confessioni di un sessista (anzi, di un sessomane)
Mi chiese se facevo l’amore e mi disse che Moravia aveva paura di lui: Alessandro Moscè ricorda Giorgio Saviane, il grande eretico della letteratura italiana
Come fa chi riduce ad uno le stelle e la saliva, bisogna ammirare questa spaventosa innocenza: sulle opere di Tiziana Cera Rosco
“La differenza tra un pollo e un gallo è che il pollo nasce per essere mangiato mentre il gallo si scopa le galline”: ecco perché Teresa Mannino ‘fa sangue’ (in tutti i sensi)
“Prepariamoci alla fine della storia. Lo faremo armi in pugno”: 50 anni di Pierpaolo Capovilla (e nuovo disco). Intervista e tanti auguri
Benvenuti ad “Ao Tea Roa”, la terra del lungo crepuscolo. Reportage dalla Nuova Zelanda: 28 ore di volo per resettare l’anima
Una mostra eccentrica onora Libero Concordia. Gita nella coltelleria dei suoi pensieri, per rivoluzionare il mondo dell’arte (fitto di codardi e di lacchè)
“Chi vuole che legga questo libro? Mette il dito nella piaga della Chiesa”: una nota di Mons. Luigi Negri
Si chiama Dmitry Bykov ed è il più bravo affabulatore che c’è in Russia. Abbiamo sbobinato una sua video-lezione. Ci racconta il grande (e sfortunato) Leonid Andreev
Generazione Erasmus? Chiamiamola generazione della vacanza permanente. Intervista a Paolo Borgognone sui “cortigiani della società del capitale”
Jack Kerouac icona dell’edonismo di sinistra? Palle. Fu “il più devoto scrittore americano del XX secolo”, e amava alla follia “Il tramonto dell’Occidente” di Spengler. Una sfilza di libri lo dimostra
Per gli afflitti d’amore, ecco una nazionale di santi a cui votarsi, tutti campionissimi: San Valentino, Santa Pazienza, Santa Barbara, San Drogo… il risultato è assicurato
< >