“Il pregio maggiore delle nostre vite è che non si fanno irretire dallo sguardo meduseo del verbo essere”: vita a tratti di un uomo che crede in “Rayuela” di Cortázar come nel destino e divide i lettori in ricci o volpi

Non si affezionava alle case. Non era una tipa nostalgica, era sempre proiettata in avanti, piena di idee, di slanci, di imprese mirabolanti. Amavamo entrambi
Pangea on Letteratura / 22, Apr / 0

“È più facile farsi inchiodare sulla croce, che divenire un bambino che balbetta”: ingresso nei pensieri di Edith Stein, la pensatrice totale amata, tra i tanti, da Battiato

Nel 1922, come si sa, accadono tante cose nel mondo della letteratura, così tante che sembra un pagliaio di luce. James Joyce pubblica l’Ulisse e
Pangea on Cultura generale / 22, Apr / 0

“Fa pensare a quegli insetti complicati e rilucenti”: il 21 aprile muore Racine e nasce Henry de Montherlant. Un passaggio di testimone lungo due secoli

Come un revenant di Duelle, di Noîrot, o di un racconto di Balzac, Jean Racine è il fantasma che da oltre tre secoli attraversa la
Pangea on Letteratura / 21, Apr / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

“Il pregio maggiore delle nostre vite è che non si fanno irretire dallo sguardo meduseo del verbo essere”: vita a tratti di un uomo che crede in “Rayuela” di Cortázar come nel destino e divide i lettori in ricci o volpi
“È più facile farsi inchiodare sulla croce, che divenire un bambino che balbetta”: ingresso nei pensieri di Edith Stein, la pensatrice totale amata, tra i tanti, da Battiato
Gene Wolfe, l’uomo delle Pringles che divenne “il Proust della fantascienza” (e non è una presa per i fondelli)
L’alpinista assomiglia al poeta, riesce ancora a sognare e sa che l’inesplorato confina con la morte. Discorso su altezza, meraviglia, fatalità, idea e Ade
“Fa pensare a quegli insetti complicati e rilucenti”: il 21 aprile muore Racine e nasce Henry de Montherlant. Un passaggio di testimone lungo due secoli
“Cosa avranno da ridere questi idioti?”: “Mirabilia Dei” il racconto sfrontato e radicale di Giorgio Anelli (seconda puntata)
“Dovrei invitare Veronica a pranzo tra le stimmate del Cristo”: Diario di Davide
Dal “candidato della Bellezza” allo scapigliato Peter Pan che sbeffeggia l’Italia immobile “come un fachiro instupidito nella contemplazione del proprio ombelico”: breve storia degli scrittori in politica per sketch (Manzoni, Carducci, Verga, d’Annunzio, Dossi)
“Conosco tutti i Cristi appesi nei musei; ma Tu cammini, Signore, questa sera, i passi miei”: la “Pasqua a New York” di Blaise Cendrars
Il Rivoluzionario della Giovinezza temuto dal Duce: dialogo su Fiume (100 anni dopo) e su D’Annunzio con Giordano Bruno Guerri
“Nella vita i professori bravi non si dimenticano”: Stefano Accorsi racconta da Lecce il suo ultimo film, “Il Campione” (ispirato vagamente alla storia di Mario Balotelli)
“Ingenuo, a tratti piagnucoloso, geniale, ha scritto un libro affascinante come un’auto schiantata”: Kurt Cobain secondo Jim Carroll
Ecco perché non sono mai riuscito ad amare Vladimir Nabokov, il romanziere della mera voluttà estetica, che non poteva capire Dostoevskij
10 anni fa moriva Jim Carroll. Secondo Patti Smith (e secondo Simone Cattaneo) uno dei poeti americani più estremi. Ma da noi è il niente…
Israele ha vinto! Tra poco verranno “desecretati” i documenti nascosti di Franz Kafka (e c’è chi spera nel capolavoro inedito e inaudito). Storia del più grande scrittore del secolo ostaggio di un amico, di un’amante, di un tribunale, di uno Stato…
Contro l’Umbria dei furbetti che trovano il posto ai loro amici di partito, sbandieriamo Antonio Gramsci: “Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti”
Se Hitler è una bambola gonfiabile. “Ho scelto di sconvolgere lo spettatore, ma non mi aspetto di riuscirci con chi non ha mai letto un libro”: il pittore Paolo PiLotti dialoga con Matteo Fais
“Stiamo cedendo la responsabilità delle nostre scelte alle macchine”: Ian McEwan parla del suo ultimo romanzo
5 anni fa ci lasciava Gabriel García Márquez, lo scrittore che amava donne (“L’unica cosa che si potrebbe tentare per salvare l’umanità del XXI secolo è che le donne assumano la guida del mondo”) e dittatori. Quasi quasi preferiamo Bolaño
Il vero inventore del Grande Fratello in tivù non è George Orwell, ma Hugh Hefner, 60 anni fa. Gita nella Playboy Mansion che ha disintegrato il mito della famiglia modello (moglie/madre a casa e marito ligio al lavoro e al consumo)
“Nell’oltranza, dentro un nitore refrattario alla miseria lineare delle parole”: dialogo intorno a Emily Dickinson, con Silvia Bre
Pensieri sul corpo ustionato di Notre-Dame. Più che la rissa dei mecenati, ora, è tempo di capire i segni, di mormorare il digiuno e di dialogare con il fuoco e con il sacro
“Invece di respingere le orde tedesche nel ’39 siete fuggiti, folli di cacarella, fino ai Pirenei…”: Céline risponde coi pugni verbali a Roger Vailland, che voleva scannarlo
“Vorrei una morte cavalleresca, che mi cogliesse nel corso di una grande impresa”: in un libro avvincente, l’ultima, enigmatica avventura di Roald Amundsen, alla ricerca dell’amico-nemico Umberto Nobile
L’inquisitore Bloom contro Tolkien e C.S. Lewis. Ovvero, un secolo fa esce il fantasy di culto “A Voyage to Arcturus”: traducetelo!
Franz Kafka si era aperto alla Cina un secolo fa, quando a Milena scriveva di un fatidico “libro cinese di fantasmi”. Ecco di che cosa si tratta
Sia onore, ora, a Bibi Andersson: con lei è morto definitivamente il cinema di Ingmar Bergman (un tempo, l’abbecedario del buon europeo)
La carne contro lo spirito: lettura critica dell’ultimo testo di Benedetto XVI (che scrive come Dostoevskij ma si è trasformato in Andreotti)
La scimmia meravigliosa di Franz Kafka. Ora sappiamo chi è (un incrocio tra Darwin, Peter e Kurtz)
“Fu una notte di parapetti, ringhiere, ponti… tutto quella notte fu – un gesto”: un racconto di Marina Cvetaeva
“Pur di non obbedire impariamo a cagliare i sogni”. Diario di Davide
“L’ago di una flebo infilzato nel braccio dilapida i sogni”. Su Pangea inaugura “Mirabilia Dei”, il romanzo della psichiatria e della redenzione scritto da Giorgio Anelli
< >