Sia lode a E.T.A. Hoffmann, l’eccentrico compositore che le suona a tutti

Prima di affrontare l’ennesimo volume di “Hoffmanniana”, il progetto di pubblicazione dell’opera completa di E.T.A. Hoffmann (1776-1822) voluto da quella coraggiosa impresa editoriale che è
Pangea on Libri / 1, Dic / 0

“No, io non rifarei quasi niente nella mia vita… è che ho un brutto carattere”. Dialogo con Andrea Carraro

Per quelli della mia (ma anche della sua) età, Andrea Carraro resta un enigma. Non una incompiuta, un enigma. Nel senso che è difficile spiegare
Pangea on Letteratura / 1, Dic / 0

Gambe e piedi come machete. Elia Tazzari, un outsider vero, un guerriero di ritorno dalle crociate. Elogio del camminatore solitario

Senza fermarsi sottomettendo il visibile al veggente, gambe e piedi come machete arrugginiti che mandano scintille sfregando sull’asfalto, sole e acciaio. Affrontare cento chilometri in
Pangea on news / 30, Nov / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

Sia lode a E.T.A. Hoffmann, l’eccentrico compositore che le suona a tutti
“No, io non rifarei quasi niente nella mia vita… è che ho un brutto carattere”. Dialogo con Andrea Carraro
Ritratto dell’artista da cucciolo d’uomo (ovvero, elogio di Mowgli)
Gambe e piedi come machete. Elia Tazzari, un outsider vero, un guerriero di ritorno dalle crociate. Elogio del camminatore solitario
“Ma gli occhi che ama Paul Celan li hanno bruciati e divisi. La luce che emanano è nera di cenere”
“Il difetto è nel genere umano”. In lode di Jonathan Swift
Ejzenstejn e il Giappone. Ovvero: come il kanji, l’haiku e il kabuki hanno influenzato il cinema occidentale
Anna Maria Ortese e la “selvaggia durezza” di Napoli
“Ne morirono a miriadi… per una civiltà in putrefazione”. A un secolo dal “Mauberley” di Ezra Pound
“Sono attratto dal caos”. Dialogo con Rudy Wurlitzer. Benedetto da Thomas Pynchon, ha scritto per Sam Peckinpah e Bernardo Bertolucci
“Non possiamo dire di no alla poesia: è lei che ci fa osare tutto, oltre ogni misura”
L’estasi e il canone inverso, i poeti da web, la potenza di Simone Cattaneo, la “notte lasciva, come presso a un cadavere” di Baudelaire, il genio del Pontormo
Quando Arthur Conan Doyle giocava a fare Sherlock Holmes (e riuscì a risolvere un caso)
Il dolore e l’estasi, il lutto e la gioia: vita fenomenale di Dino Campana, poeta assoluto
“Oggi più che mai c’è bisogno della fiaba della buonanotte. Non ci diamo più la buonanotte”. Dialogo con Francesca Serragnoli
“Il desiderio è un telescopio meraviglioso”: l’avventuriero del romanzo contro l’artista della scrittura. Robert Louis Stevenson vs. Henry James
Dante vs. Shakespare: l’ultimo libro di Harold Bloom
Caro Epicuro, ti prego, dammi la ricetta della felicità!
“La poesia? Non trasmette nulla. Ma il poeta è il quadrato della verità”. Un libro memorabile di Giorgio Caproni
Lizavéta, la pazza dei “Karamazov”. Dostoevskij e la violazione dell’innocente
“Per tutto il turbamento che mi ha instillato nell’anima”. Gli scritti di Nae Ionescu, il maestro di Cioran e di Eliade
Dov’eri quando hanno assassinato Kennedy? Il monumentale televisore Phonola, un dettato a scuola, la fatidica lettera K e un incontro, a Londra, molti anni dopo, che santifica Marshall McLuhan
“Scrivile che sono vivo”. Le lettere di Paul Celan
“Osip Mandel’štam, il poeta che ha sfidato il ruggito del regime, che ha divorato la propria epoca”
“Caro Davide, sono stato tra le rovine di Xanadu e ho visto il tesoro del Prete Gianni: l’impronta del piede di Gesù, la testa di Adamo, la verga con cui Mosè ha spalancato il Mar Rosso…”
Super Tina! 100 anni fa la Modotti esordisce (al cinema). Bella, audace, determinata: da allora comincia la sua rivoluzione
“La mia vita è stata ipocrisia e inganno fin dal momento in cui sono stata concepita”. La figlia segreta di Clark Gable e Loretta Young: una storia ricca di colpa e colpi di scena
“Bisogna aggredire il cuore con il cuore”. Una spietata educazione sentimentale: “Peonia rossa”
“La veglia innamorata di Cortázar, lo scrittore che incastona specchi nella realtà”. Un articolo di Alejandra Pizarnik
Riscopriamo l’Anima Mundi degli ermetisti rinascimentali, il coraggio di saltare nell’abisso infinito del proprio cuore
Gli dèi sono stanchi, ma senza il sacro siamo perduti. Roberto Calasso, sornione e oracolare, divina il destino del nostro tempo, nel diluvio
“L’aglio nella letteratura”. Ingresso nell’opera di Shirley Jackson
< >