“Non esiste inesattezza in una fotografia. Tutte le fotografie sono accurate. Nessuna di loro è la verità”. Richard Avedon, il re del ritratto

Se ne ha fatta di strada, il buon vecchio Riccardo. Certo, la longevità gli è venuta incontro (ha vissuto sino a 81 anni), ma se
Pangea on Cultura generale / 13, Dic / 0

“Che cos’è l’amore? Una specie di follia, una malattia…”. Casanova, che romanziere geniale! La sua impresa amorosa più grande? A Rimini

Nelle fluorescenti infiorescenze della genealogia egli distilla, in una macabra alchimia del fato, i propri caratteri. Quelli che lo hanno esaltato nella gloria; che lo
Pangea on Letteratura / 13, Dic / 0

“Per molto tempo, sono andato a letto presto la sera”. Un verso, un incipit. Rainer Maria Rilke e Marcel Proust

Non avere paura, sono io. Non senti che su te m’infrango con tutti i sensi? Rainer Maria Rilke  ̶  Poesie  * Per molto tempo, sono
Pangea on Letteratura / 12, Dic / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

“Non esiste inesattezza in una fotografia. Tutte le fotografie sono accurate. Nessuna di loro è la verità”. Richard Avedon, il re del ritratto
“Che cos’è l’amore? Una specie di follia, una malattia…”. Casanova, che romanziere geniale! La sua impresa amorosa più grande? A Rimini
La poetessa amata da Cristina Campo. Chi è Alexia Mitchell? Storia di un enigma letterario
“Per molto tempo, sono andato a letto presto la sera”. Un verso, un incipit. Rainer Maria Rilke e Marcel Proust
L’unica banana che mi piace è quella di De Chirico. Esegesi sommaria di Cattelan, un nome privo di arte
“Non capisco quelli che si ostinano a spiegare la poesia”. Intervista a Philip Larkin, il poeta ineffabile
Torturate, decapitate, bruciate: storie di streghe, storie di donne. Dialogo con Ilaria Simeone
“Bisogna essere devoti al sesso”: quando Susan Sontag (troppo intelligente per noi poveri europei) sfotteva la “postura aristocratica” di Cioran
“It Must Have Been Love” dei Roxette è la grande ballata degli anni Ottanta, la canzone dell’amore perduto, del rimpianto. Ecco perché continuiamo a cantarla
“L’amore può resistere solo se è fondato sul mistero, sulla levità di un inganno”: intorno a “Berta Isla”, capolavoro di Javier Marías
“Fare poesia e soprattutto vivere poesia”. Giorgio Colli, il pensatore “terribile”
“Perché mi hai lasciato, Iosif?”. Eduard Limonov ulula il suo amore per Brodskij e per Jean Genet. E scrive una poesia cinica contro l’Europa “che dorme” (a proposito, traduciamo il Limonov poeta?)
Il poeta veglia sul varco scoperto della realtà. Finalmente in Italia un poeta importante, Santos Domínguez Ramos
L’arte nell’epoca della Repubblica delle Banane. Chissà come l’avrebbe presa Thomas Bernhard…
La banana di Cattelan, la fame di Datuna e la commestibilità dell’arte contemporanea: quando un’idea ne divora un’altra (e l’ispirazione, fatalmente, deperisce…)
Elogio spericolato di Nathanael West, l’eroe della letteratura. Ha raccontato l’America e i suoi mostri. Leggetelo!
“Sono ignoto. Ospite: tutto è buono”. Che non ci sia più Pietro Cimatti in libreria è uno scandalo. Rimediamo
Elisabetta Fadini: “Siamo come le tragedie, alterniamo eroismo e disagio, nell’empietà troviamo riscatto… siamo labirinti e spirali”
“Certo, la sua è una storia incredibile…”: Paul Wittgenstein (fratello di Ludwig) era un pianista meraviglioso. E suonava con un braccio solo. Francesco Consiglio, impossessato, dialoga con Guido Giannuzzi
“Manifesto per la liberazione dell’uomo”: Laura De Luca prende posizione in difesa del maschio, contro gli estremismi del nuovo femminismo. “Perché dovrebbe inibirci la meraviglia?”
“Non voglio morire come una mummia, ma sognare il museo dei giocattoli della mia infanzia”. Una conferenza di Vladimir Nabokov
Viva la “Tosca”, certo. Occorre tornare alla “Tosca” di Luca Ronconi, però, per capire alcuni problemi sulla rappresentazione teatrale
“È audace, è un chiaroveggente”: Iosif Brodskij su Eduard Limonov. Che gli risponde con una poesia furibonda: “Mi mitraglio di inquietudini, per non avere risposte”
“Suono Rossini con il monta latte, d’altronde, come diceva Frank Zappa, senza deviazione dalle norme non c’è progresso”: Francesco Consiglio dialoga con Mario Mariani, pianista rivoluzionario
“Bisogna essere sempre all’altezza della propria cattiva reputazione”. Helmut Newton. Eccessivo. Indimenticabile
Delmore Schwartz, il poeta impubblicabile che ha lottato contro gli angeli
Albert Camus assassinato dal KGB. Tra Londra e New York tutti parlano del libro di Giovanni Catelli. Già che ci siamo, cominciamo a tradurre le lettere del grande scrittore
“L’Egitto giace in attesa, nascosto, sottoterra….”. Ma quanto è bravo Algernon Blackwood, pioniere dell’horror, amato da H.P. Lovecraft
“Caro Bret, sei semplicemente diventato vecchio, banale, ipocrita e noioso. Beviti una tisana, riprenditi. Intanto, il tuo libro l’ho buttato nel cestino”
David Maria Turoldo, il poeta fondamentale. Leggerlo vuol dire perdersi, con entusiasmo
La pellicola perfetta. A 40 anni da “Il cacciatore”, il film che ha consacrato (e dannato) Michael Cimino. Un libro ci spiega perché è un capolavoro
Mettetevelo in testa: ci sono donne che non vogliono essere madri e si pentono di avere avuto figli. (Ma se lo dici ti dicono che hai delle turbe). Discorso sull’ultimo dei tabù
< >