L’affare Mengoli-Chaouqui esplode. Mengoli: “Cara Francesca Immacolata, siamo d’accordo su tutto. Ma io le amanti ‘nel ruolo’ le ho viste perfino in società quotate in Borsa”

Come sanno i miei lettori, anche da giornalista, oltre che da scrittore, prediligo le storie ben più delle notizie. E Francesca Immacolata Chaouqui, in soli
Pangea on Costume / 17, Gen / 0

Francesca Chaouqui, la donna che ha smutandato il Vaticano, risponde al ‘nostro’ Mengoli: la comunicazione non la fanno le amanti, ma i professionisti

Francesca Immacolata Chaouqui (nella foto di Jurek Kralkowski) risponde, secondo la sua competenza, all’articolo pubblicato su ‘Pangea’, “Il dramma delle imprese italiane? Che a fare
Pangea on news / 16, Gen / 0

“A Terrible Beauty is Born”: elegia per Dolores O’Riordan, una donna troppo piccola per una voce così grande

…è un miracolo che abbia superato i 27. Ovvero: dell’oscura consapevolezza di non potercela fare Certe persone morendo, con l’ultimo graffio dato al tempo nel
Pangea on news / 16, Gen / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Riapriamo i bordelli! Magari. Il problema è che non ci si rizza più
L’affare Mengoli-Chaouqui esplode. Mengoli: “Cara Francesca Immacolata, siamo d’accordo su tutto. Ma io le amanti ‘nel ruolo’ le ho viste perfino in società quotate in Borsa”
Non possiamo non dirci tondelliani. Ecco perché Tondelli è (ancora) l’autore decisivo di oggi
Francesca Chaouqui, la donna che ha smutandato il Vaticano, risponde al ‘nostro’ Mengoli: la comunicazione non la fanno le amanti, ma i professionisti
“A Terrible Beauty is Born”: elegia per Dolores O’Riordan, una donna troppo piccola per una voce così grande
Quando Clarice Lispector, scrittrice dalla bellezza fatale, mise in imbarazzo Pablo Neruda
Faccio totò sulle pingui chiappe degli scrittori italiani. Ovvero, ecco perché questo è un paese di leccaculo e non di duellanti
Ho pubblicato 3.300 poeti, senza mai ricevere un centesimo da questo Paese impoetico: dialogo con Crocetti, l’uomo che ha messo il poeta in prima pagina
Essere incomprensibili è il vanto della (cattiva) poesia italiana. Per fortuna c’è Kate Tempest, il fenomeno poetico che scala le classifiche
“L’uomo non vale più di un gatto. La poesia insegna che l’inestimabile è in tutto”: dialogo con Lorna Crozier, poetessa totale
Cari editori, pubblicate solo ‘classici’. Per qualche lustro lasciamo gli scrittori contemporanei nella Siberia del silenzio, meglio un “Moby Dick” oggi, come ieri, che l’ennesimo D’Avenia domani
Gianluca Barbera si traveste da Anti-Catherine Deneuve e urla il suo proclama: “Lasciamo alle donne il diritto di importunarci”
La Sardegna è una balla colossale, praticamente una “pigara po culu”: per fortuna c’è Salvatore Niffoi con il suo Decamerone alla sarda
“I libri possono ancora cambiare il mondo”: dialogo con Alessandro Zaccuri, lettore donchisciottesco
30 anni di “Poesia”, un miracolo di carta, olè. Ma la poesia, oggi, è un disastro estetico ed ecologico. E a morire sono i poeti veri
Massacro per delle Bagatelle: Gallimard sospende la pubblicazione dei “pamphlet antisemiti” di Louis-Ferdinand Céline
Ho messo sotto torchio i filosofi. Ovvero: come ti spiego la verità con un barattolo di fagioli
“Il telegiornale racconta solo una metà del mondo. E sui migranti è sempre campagna elettorale”. La lotta senza frontiere, da 35 anni, di Cospe
Obsolescenza programmata? Mi fa dormire sonni tranquilli. Ma io parlo solo con chi non ha l’iPhone
Il Nobel per la letteratura? Sessista, classista e partigiano. Nel 1967 lo avrebbero potuto vincere Borges, Tolkien e Pound. Invece… A questo punto, aboliamolo
Céline è ancora un problema. Non vogliono pubblicarlo. Allora lo facciamo noi
“Le librerie con gli scaffali di poesia sono andate a puttane. E gli autori andrebbero bastonati”. Alessandro Canzian su editoria, impresa e pregiudizi vecchi trent’anni
“Scrivo per essere immortale”: senza troppe effusioni dell’intelletto, una bambina manda all’aria la vanità del sistema editoriale
Il dramma delle imprese italiane? Che a fare ‘comunicazione’ è l’amante del direttore generale. Esperta in tutto. Ma non in quello
“Tutti abbiamo uno Scrooge dentro il cuore (e gli States, oggi, sono una odiosa Pottersville)”: il romanzo definitivo su Dickens
No Pants Day: un popolo allo sbando che si balocca di mostrare il culo. Allora, meglio il No Underwear Day tutti i day, tutti nudi alla meta
19 anni e una curiosità grande come l’oceano. Ecco a voi Giulio: 10 mesi in Finlandia a studiare e a scrivere un libro ‘magico’. I ragazzi di oggi sono così. Il suo reportage
100 anni fa Ezra Pound aveva profetizzato il Nobel per la letteratura a Bob Dylan. Letterina inedita per voi
Modesta proposta: Premio Strega postumo a Marina Ripa di Meana. Ha più palle lei di tutto il Colosseo degli scrittori italiani odierni
Non toccate il suo spazzolino da denti: ecco cosa c’è scritto in “Fire and Fury”, la biografia del Presidente Trump. Una somma di pettegolezzi
Franz Krauspenhaar: “Mi sono rotto i coglioni della letteratura”
Vedi YouTube e poi muori, ovvero: i giornalisti sono solo dei fancazzisti, molto meglio se a scrivere fosse la Nappi
< >