“Fotografare Fabrizio voleva dire viverlo, respirarlo”. Al SI Fest, il festival di fotografia più longevo d’Italia, il più bello è De André. Parola di Alessandro Carli, pardon, Carlo Alessandri

“Per me io sono colei che mi si crede!”. Risponde così la Signora Ponza alla fine del terzo atto di “Così è (se vi pare)”
Pangea on Cultura generale / 17, Set / 0

In superficie. Anche Sandra Milo scrive poesie. E l’editore – va da sé – la schiaffa in copertina

Nel suo libro «Guardare, pensare, progettare-Neuroscienze per il design» (Stampa Alternativa & Graffiti) Riccardo Fancinelli ci ricorda che «avere un’area del cervello dedicata al riconoscimento
Pangea on Libri / 17, Set / 0

“Il potere è usato solo per scopi distruttivi e il lavoro non qualificato sarà rimpiazzato dalle macchine”: il “progresso” secondo H. G. Wells

Nel 1943 uno scrittore attempato e bolso di 77 anni spiega alla BBC cosa è successo grazie al progresso tecnologico: “Prima cosa, c’è quella che
Pangea on Letteratura / 17, Set / 0

L'ammazzacaffè

Il Cannibale

Clizia

“Fotografare Fabrizio voleva dire viverlo, respirarlo”. Al SI Fest, il festival di fotografia più longevo d’Italia, il più bello è De André. Parola di Alessandro Carli, pardon, Carlo Alessandri
In superficie. Anche Sandra Milo scrive poesie. E l’editore – va da sé – la schiaffa in copertina
“Il potere è usato solo per scopi distruttivi e il lavoro non qualificato sarà rimpiazzato dalle macchine”: il “progresso” secondo H. G. Wells
“Joyce era un genio. Come Mussolini”. La verità sul caso Pound
“9288 chilometri attraverso taiga, steppa, fiumi, montagne. Ho attraversato la distanza che separa Oriente e Occidente”. Marco Pesaresi compie 55 anni. Ci imbarchiamo con lui sulla Transiberiana, “un’avventura smisurata”
Il romanzo scandaloso (per davvero) “che ha fatto arrossire la signora De Gaulle”. Si intitola “Il riposo del guerriero” ed è, ovviamente, introvabile. Lo ripubblichiamo?
“Questo mostro misterioso che è il lettore…”. Gesualdo Bufalino, l’untore della letteratura italiana
Gita da idiota al Misano World Circuit. Tra Rossi, Marquez e Viñales – facendo memoria di Simoncelli – i motociclisti (che sfidano la morte e fanno vincere la vita) mi sembrano cavalieri arturiani
“Il Cervello è più ampio del Cielo”. Amelia Rosselli traduce Emily Dickinson da una Amherst postumana
Un po’ arrogante, alto, soldi, belle donne: dove sei finito Panatta? Io sono ancora lì, nel 1976, il tuo anno di grazia
“Discendere dentro il proprio cuore”. Alieni al tempo, prediligiamo la via dei folli… Cristina Campo e i “Racconti di un pellegrino russo”, il libro insostituibile
Contro i poeti, aristocratici del martirio, catechisti dell’invisibile. Un dialogo australe tra Luca Orlandini e Davide Brullo
“Mio nonno, l’alpino Gionson, fumava, beveva e adorava il formaggio. Ho percorso l’Altopiano di Asiago in suo onore”. Ovvero: ecco cosa significa “Made in Malga”, il festival del latte trasformato
Quando i Comunisti cercarono di assassinare George Orwell
“Ho iniziato a sentirmi un maledetto, ho dovuto trovare qualcosa in cui credere”: a dieci anni dalla morte di Patrick Swayze (voglio cavalcare l’onda insieme a lui, sulla cresta di “Point Break”)
Suonare Beethoven dove non c’è speranza. “Alcuni pazienti non riescono ad alzarsi dai letti, la musica spacca letteralmente le porte. Arriva comunque”
“Io non accetto il sistema della musica italiana, gli intrallazzi discografici”. Su Lucio Battisti, il cantautore anarchico che piaceva a David Bowie ed era odiato da tutti, il più grande
“E scrissi il mio volere sulle stelle”: su T.E. Lawrence. Amato da Cristina Campo, Forster e Malraux, fece di tutto per disintegrare il suo nome
A Taormina per scoprire un inedito di Mishima (ovvero: la storia dell’amante che viveva recluso in un armadio; quando Yukio sembrava Franz Kafka)
Esce il nuovo romanzo di Elena Ferrante, l’artista più grande di Banksy (l’Amica geniale sei tu, lettore, che continui a credere nel mistero di Elena Ferrante)
“Sull’eutanasia, Paolo Flores d’Arcais ha quasi del tutto ragione”. Abbiamo letto l’ultimo pamphlet del giornalista-filosofo. Anche Feltri sarebbe d’accordo con lui…
“È un grande errore sottovalutare D’Annunzio”. A 100 anni dalla presa di Fiume, il poeta resta inevitabile (lo dicono gli inglesi)
“Di chi amiamo alla fine non sappiamo niente, ed è questo vuoto che ci attira”. Se siete stanchi di credere alle favole, leggete Simona Vinci
“Con quello che pubblicano, si capisce perché a uno passi la voglia di leggere: faremo rinascere le librerie indipendenti”. Il progetto culturale di Andrea Mascetti, l’avvocato che legge Milarepa, Hesse, Dostoevskij
“Se sono perduto io, allora, chi può essere salvato?”. Il capolavoro di Patrick White, il Nobel misconosciuto (ed elogio del suo traduttore, il grande poeta Piero Jahier)
Addio ad Annalisa Cima, la musa di Montale che stava antipatica a troppi. Il “Diario postumo” fu uno tsunami. Lei si diceva così: “Vivo la contraddizione d’essere angelo ed Erinni”
“L’uomo è fatto per distruggere, per annientare il suo destino”: intervista a Marguerite Duras
“Gli uomini sono buoni, è il mondo a essere un posto spaventoso”. Stephen King parla del suo ultimo romanzo
Monte Sant’Angelo, dove il cherubino è un bimbo con la spada scintillante. Gita in un luogo fuori dal tempo, un’utopia, tra boschi da “Signore degli Anelli” e desideri di rinuncia
“Martin Eden”, dal romanzo al film. Ovvero: la vita come disillusione e la morte per custodire la propria integrità
Il “caso Bontempelli”: una vigliaccata all’italiana
Viaggio in Bretagna, tra angoli alla Simenon, il castello della Bella Addormentata, Mago Merlino, “la Maga” di Cortázar: è la poesia della realtà…
< >